La seconda di Orologio, e la prima dell’ora legale, non dice granchè di nuovo riguardo alla lotta scudetto e Champions. O quasi. 
Se Cippi, Mello e Nicola incamerano i loro bei tre punti che ne consolidano le rispettive posizioni, Mino cede la mano e si stacca dal gruppetto. Il famelico centarolo perde a Pieve al cospetto di un Malaga non trascendentale, ma che fa fruttare al massimo il ritrovato fattore-campo. […] Per il Succi nazionale risulta fatale la rete quasi allo scadere di codino peloso Palacio, che toglie  oltre un punto a Frey e regalano il successo al coriaceo pievese. 
Il big match di giornata era certamente il derby dell’amore Sultano-Delly. Finisce tra i fischi impietosi del Braglia, con uno sparuto gruppo di facinorosi che cerca il contatto fisico con il Magro. Il bancario canarino riesce a cavarsela, lanciando verso la folla inferocita una mezza dozzina di barrette Kilocal. La fuga del Nostro verso la Ghirlandina placa gli animi. Anche se appare più una tregua di facciata.
Il Mazèt è impietoso, e non si commuove davanti ai derelitti dell’amico rachitico. La coppia uruguagia Cavani-Caceres firma il 3-1 finale, e per Delly può continuare la corsa al secondo posto.
Primo e secondo vincono a domicilio. Ma, mentre il 2-0 di Mello è specchio della vergognosa stagione di Leo, ancora una volta iperdecimato nell’undici titolare, la vittoria di Cippi a casa Lupo rinfuoca un volta di più il rammarico tra gli inseguitori. Anche perchè se la matricola Lodi avesse fatto ed inviato la sacrosanta formazione, con ogni probabilità avrebbe ottenuto quanto meno un assai onorevole pareggio contro il capoclassifica. Ma alla sua prima apparizione al Fantacalcio Ufficiale il signor Lupo ha davvero deciso di lasciare il segno, e soprattutto di non fare sconti a nessuno. Settima penalità collezionata, la quinta nelle ultime sei, e la responsabilità compartecipata di aver mandato a fottio la regolarità del torneo. Roba da guinnes. Ma il palcoscenico, suo malgrado, è quello sbagliato. 
Il quadro di giornata è completato dall’abulico 1-1 tra Latte e Piro, nel più deludente dei derby della Cento-Bene. Amaro in bocca per la banda Pirolandia, che oramai annusava e pregustava il sorpasso ai danni del bello de no’ altri.
La trentesima del ventennio verte sul classico Mello-Nicola, partita che può dire tanto in chiave conquista del posto d’onore. Ma anche no. Cippi fa visita a Pirolandia, mentre Babbo Delly va in trasferta a casa del Piccolo Leo, in un impegno che sulla carta è tutt’altro che proibitivo. Latte-Lupo e Mino-Sultano si giuocano per il meritorio sesto posto. Col riccioluto Valerio che invece è pronto a ritornare subito nel giro che conta. Altrimenti si dovrà accontentare degli autoscontri sotto casa. 
Share This