Re Cippi di BarboneLa fase regolare si chiude senza solleticare troppo i palati delle emozioni forti e clamorose. Se non fosse per il secondo pokerissimo rifilato da Re Massimo (6-1 al malcapitato Lupo Lodi), che conferma ancor di più lo stradominio del centarolo di centri sociali. I numeri di Cipolla sono da capogiro, quanto la sua conclamata avversione all’eleganza: 75 reti all’attivo e 17 vittorie, che fruttano al Lercio nazionale 55 punti all’ultimo giro di boa.  […]  Otto in più del primo inseguitore, all’anagrafe Ales Mello. Il vantaggio non è ancora rassicurante, ma se la banda-Cipolla continuerà con questa raffica di segnature degna del più nobile pallottoliere, certo è che le speranze per chi è dietro si riducono davvero al lumicino. O all’osso, come piacerebbe tanto al chihuahua spelacchiato del lìder Massimo.
La griglia dell’Orologio si è così composta, col Presidente che la spunta su Babbo Delly nella corsa al secondo posto. Come premio il pievese delle Mondine dovrà subito  affrontare il capoclassifica, per uno scontro che è già decisivo per le sorti dell’intero torneo fantacalcistico.
In una giornata assai avara di marcature, se si esclude il tennistico Fabbri, Mino riesce a conservare la pellaccia del quarto posto nonostante l’aggancio in classifica di Malaga Nicola. I due sono appaiati a 44, con la medesima classifica avulsa. Il maggior punteggio totale del riccioluto consente però a Mino di mantenere il rank numero 4. Tant’è, se ci pare. Nella seconda parte della graduatoria, Latte, Piro e Il Sultano confermano la loro collocazione, mentre Lupo e Leo già erano certi da tempo delle ultime due piazze.
L’ultima giornata regolare ci propone nostro malgrado il record stagionale delle penalità riguardo alle formazioni non consegnate o ritardate. I nomi sono i soliti, le “tre L” oramai tristemente conclamate. Ulteriori commenti sarebbero superflui, acessori ed inessenziali. Dunque, meglio tacere in pace. Amen.
Si ricorda alla S.V. che da domani, a partire dalle ore 9:00 AM, sino alle 15:00 di venerdi 16 marzo, si terrà l’ultimo e conclusivo mercato di riparazione, naturalmente nel suo collaudato formato On-line.
Sarà l’occasione per ritoccare e modellare definitivamente le proprie rose e, magari, per chiudere degnamente il torneo raccimolando un decoroso 11 da poter mandare in campo senza troppi affanni e patemi intestinali.