DIRETTA Exit-Mlòn 013. Seguici!

By on 25 febbraio 2013

In diretta tutti gli aggiornamenti sui risultati delle Elezioni 2013, dai primi instant pool fino ai dati reali di Camera, Senato e Regioni.

ore 15:05 – i primi instant danno coalizione di Bersani tra il 36 e il 38%, Centrodestra tra 30 e 32, 5 stelle al 19%, Monti tra 7 e il 9%, Ingroia tra il 2 e il 3%

15:15 – dagli instant commissionati da Sky/Tecnè,  Pd+Sel 34,5%, Pdl 29%

15:20 – dati Tecnè al Senato (vero ago della bilancia): Centrosinistra 37%, Centrodestra 31%, 5 Stelle 16.5%, Monti 9%, Rivoluzione Civile 3%, Fare per fermare il Declino 1%

15:30 – Nessun rilevazione su Udc e Fli. Entrano nel paniere dell’errore casuale

16:00 – La Borsa guadagna il 4%. E’ la migliore in Europa

16:15 – PRIME PROIEZIONI RAI (SENATO): Centrodestra 31%, Centrosinistra 29%, Grillo 25%, Monti 9

16:20 – Impennata titolo Mediaset. Fini è già a Montecarlo.

16:25 – Per le proiezioni Rai-Senato, Grillo primo partito al 25%, segue Pd al 23.5 e Pdl al 21

16:30 – La Borsa perde quasi tutto il guadagno in neppure mezzora (+0,7). Anche lo spread inizia a salire.

16:32 – PROIEZIONI SKY (SENATO): Centrodestra 31%, Centrosinistra 29,7%, Grillo 26%, Monti 9,5

16:35 – l’unica coalizione che è rimasta invariata dagli instant-pool alle proiezioni reali è quella di Monti, fermo all’8,2%

16:36 – Fini ha venduto la casa a Montecarlo.

 16:38 – Ingroia sotto il 3%, oramai fuori dai giuochi

16:40 – Aggiornamenti Borsa: -0,01 (persi 4 punti in poco più di mezzora)

16:44 – Proiezione la7 Sicilia (Senato): centrodestra 32.6%, centrosinistra 28.7%, 5 stelle 27.8%, Monti 6.%

16:50 – Shock al quartier generale Pd. Ritorna lo spauracchio Moretti.

 16:57 – Proiezioni La7 su LOMBARDIA (Senato): centrodestra 34.7%, centrosinistra 31%

17:00 – Terza Proiezione Tecnè/Sky (campione del 27%): centrodestra 31.9%, centrosinistra 28.7%, 5 stelle 24.9, Monti 8.4, Rivoluzione Civile 1.9

17:05 – dettaglio partiti da Terza Proiezione: 5 stelle 24.9%, Pd 24.5%, Pdl 23.9%, Monti 8.4%

17:10 – Borsa: i bancari perdono 7/8 punti percentuali in meno di un’ora, dopo il ribaltone Pdl. Spread: torna a salire (280 punti)

17:16 – Nuovo ribaltone, secondo l’Istituto Piepoli: centrosinistra 28.7%, centrodestra 26.5%, 5 stelle 24.6%, Monti 9.4%

17:20 – Borsa in versione-sismografo: ora è a +1.10%

17:25 – Casini e Fini già al confino. Pronto l’esilio a Montecarlo.

17:35 – Quarta proiezione (SENATO): centrodestra 31.6%, centrosinistra 29.2, 5 stelle 24.7. Grillo ancora prima forza

 17:40 – Casini e Fini arrestati al confine italo-svizzero. Rilasciati per insufficienza di voti

17:45 – Dati reali dal Viminale (16.000 sezioni scrutinate su 60.000): centrosinistra al 33.9%, centrodestra al 28%

18:00 – dopo le quarte proiezioni, Bondi sviene per la terza volta

18:02 – Quarta proiezione Piepoli (Rai): centrodestra 31%, centrosinistra 30.4%, 5 stelle 24.7%, Monti 9.4%

18:05 – Il Ministro degli Interni Cancellieri (biascicante): “I primi dati reali significativi li vedremo intorno alle ore 21”

18:12 – spread a quota 293 (+30 punti rispetto ai primi instant-pool dopo le ore 15)

 18:14 – Dati Reali nazionali (25.000 su 60.000): centrosinistra 33%, centrodestra 29%

18:16 – Scoramento a casa-Monti. Paga per tutti il cane Empy, mandato in isolamento alla casa di Montecarlo

18:20 – Bondi sviene per la quarta volta

18:23 – Affluenza al 75.1% (mlon13.com aveva previsto il 75%…)

18:25 – Nuova proiezione La7: centrosinistra 31.3%, centrodestra 30.3%

18:30 – Dati Reali nazionali (30.000 sezioni su 60.000): CS 32.9%, CD 29.2%

 18:35 – Regioni (Senato): Berlusconi vince in Campania, Lombardia, Sicilia. Bersani ok in Lazio e Molise

18:40 – Pare che il giaguaro continui a scorrazzare allegramente a casa Bersani

18:45 – Berlusconi mette le mani avanti: ingaggiata la nipote di Fidel Castro per il bunga bunga di mezzanotte

18:50 – Impennata Spread: sale a quota 300. Effetto Grillusconi?

18:51 – Albertini imita La Russa a “La Zanzara”. La crociata anti-Cav in Lombardia finisce miseramente (6-8%)

 19:05 – Irrompe Giannino (Fare sotto l’1%): “Mi ricordo le elezioni di De Gasperi a capo di governo, nel ’45.  Fui io (all’epoca suo braccio destro) a convincerlo a passare dalla monarchia alla Repubblica”

19:10 – Ingroia (quasi certa la sua esclusione in Parlamento) la prende con filosofia: “Poco male, ritorno in Guatemala. Sai che gnocche di là?!”

19:40 – Renzi, dalla sua residenza fiorentina, stappa le prima bottiglia di Moet e Chandon. Con lui il Pd avrebbe vinto a mani basse

19:45 – Dati reali (SENATO), 44.000 sezioni su 60.000: CS 32.31%, CD 29.94%, 5 stelle 23.89%, Monti 9.18%

19:46 – Dati reali (CAMERA), 24.000 sezioni su 61.000: CS 31.62%, CD 27.02%, 5 stelle 25.59%, Monti 10.45%

19:50 –  A Bersani si è scaricato definitivamente il bianchetto

 19:55 – Dopo Lombardia, Campania, Sicilia e Veneto, anche la Calabria verso Berlusconi. Al Senato si prevedono tafferugli

 20:00 – Proiezioni CAMERA: CS 29.5%, CD 28.3, 5 stelle 26.5, Monti 10.7

 20:05 – Forchette SENATO: CS 110-130, CD 104-124. La soglia fatidica di governabilità è di 158 seggi…

 20:07 – Proiezioni Piepoli (Rai) CAMERA: CS 29.2%, CD 28.7%, 5 stelle 26.1%

 20:09 – Euforia-Cicchitto: dopo aver mandato affanculo Tg3, La7 e Repubblica, limona in diretta con Capezzone

20:15 – Dati reali (CAMERA), 45.500 sezioni su 60.000: CS 32.26%, CD 29.99%, 5 stelle 23.88%

 20:18 – Anche Gasparri esce dal sarcofago

 20:20 – Monti e Fini sperano ancora. Rimandato l’esilio a Montecarlo

20:25 – Proiezioni SENATO: CD 31.7%, CS 30.7, 5 stelle 23.8, Monti 9.4

20:28– Proiezioni CAMERA: CD 29.6%, CS 28.2, 5 stelle 26, Monti 10.8

20:33 – Al Senato governerà il giaguaro

 20:35 – Psyco-Ingroia: “Noi fuori? Tutta colpa di Bersani. Doveva scegliere il leocorno, non il giaguaro. Era più facile da smacchiare”

 20:38 – Alfano è su di giri. Anche lui limona con Capezzone

20:42 – Spunta Vendola. Preso dalla depressione, anche lui si mette a limonare con Capezzone

20:50 – Grillo euforico e spaventato. Pare abbia già chiamato i duecento futuri parlamentari mandandoli tutti affanculo

21:00 – Giannino (Fare a quota 0.9%): “Ho appena parlato con Napolitano, mi ha assicurato che affiderà a me il compito di creare il nuovo esecutivo”

21:05 – Parla la Cancellieri. A fianco a lei il traduttore conferma che si chiuderà a mezzanotte

21:13 – Dati reali (SENATO), 54.000 sezioni su 60.000: CS 31.86%, CD 30.49%, 5 stelle 23.76%, Monti 9.17%

21:17 – Panico totale al quartier generale del Pd. Bersani spara a Rosi Bindi. L’aveva presa per un giaguaro

21:22 –  Dati reali (CAMERA), 46.000 sezioni su 61.000: CS 30.32%, CD 28.41%, 5 stelle 25.50%, Monti 10.55%

21:28 – A casa Monti è arrivata la macchina del tempo. Si cerca disperatamente di rimetterla a novembre 2011

21:30 – Lega sconfitta anche a casa sua. Maroni:”Abbiamo pagato il ritorno all’italiano”

21:37 – Crisi d’identità tra i sondaggisti. Pare che Mannheimer abbia scambiato la moglie per Bruno Vespa

21:39 – INTERVIENE GRILLO: “E’ NECESSARIO IL VOTO AI 16ENNI. RICONSEGNARE IL PAESE A BERLUSCONI E’ DA FOLLI”

21:45 – GRILLO IN DIRETTA: “SONO FALLITI, SIA DESTRA CHE SINISTRA. IL PROBLEMA DELL’ITALIA SONO LORO, QUELLI CHE VOTANO ANCORA A DESTRA E SINISTRA, PERCHE’ HANNO ANCORA I LORO PRIVILEGI. MA DURERANNO POCO”

21:50 – Riecco i peones. Razzi eletto in Abruzzo. E Scilipoti si propone come tessitore della grande coalizione

21:53 – Dati reali (CAMERA), 49.000 sezioni su 61.000: CS 30.13%, CD 28.67%, 5 stelle 25.38%, Monti 10.60%

21:55 – Dati reali (SENATO), 56.000 sezioni su 60.000: CS 31.79%, CD 30.58%, 5 stelle 23.75%, Monti 9.16%

 21:56 – Gode come un riccio sor Calderoli. Il suo porcellum ha colpito ancora

22:43 – Monti è completamente ubriaco: “Risultati ancora in bilico e nostra prestazione soddisfacente”

22:46 – Monti è visibilmente scosso. Lo si nota perchè è meno robotico del solito

22:48 – Monti: “Il mio movimento è destinato a durare. Fino a Natale però può bastare vero?”

22:50 – Rush finale sia a Camera che Senato. Berlusconi esorcizza il risultato anticipando il bunga bunga

22:53 – Monti adesso è davvero  fradicio: “Risultato ancora in bilico”. Forse pensa che col 10% si guadagni un altro cagnolino

22:55 – Monti chiude la conferenza stampa. I quattro militanti che non si sono addormentati applaudono timidamente

22:57 – CAMERA: Berlusconi (28.96%) accorcia su Bersani (29.75%). Mancano poco più di 4.000 sezioni da scrutinare

23:00 – SENATO: Bersani (31.69%) tiene, ma Berlusconi (30.66%) è davvero vicino. Mancano poco più di 1.500 sezioni

23:03 – Si chiude la conferenza-flop di Monti. Tre dei quattro giornalisti presenti in sala sono caduti in catalessi

23:06 – CAMERA: Berlusconi (29.03%) col fiato sulla pelata di Bersani (29.69%). Ultime 3.000 sezioni. Sarà fotofinish!

23:09 – SENATO (seggi): 123 al centrodestra, 105 al centrosinistra. La soglia è 158. E’ ingovernabilità

23:11 – Parla Favia (Ingroia, ex Grillo). Gli rode talmente il cazzo che arriva ad elogiare Berlusconi

23:15 – CAMERA: volata anche per la leadership tra i partiti, tra Grillo (25.5%) e il Pd (25.4)

23:17 – E’ praticamente ufficiale: Fini fuori dalla Camera. La promessa degli italiani è stata rispettata

23:20 – Parla Vendola. Spavaldo: “Toccherà al centrosinistra governare”. Nessuno gli ha detto che col 30% non si governa neanche un condominio

23:23 – Surreale Vendola. Parla come se avesse l’80%. E si scaglia contro la stampa

23:27 – Vendola finalmente ritorna in sè. Ecco il gran supercazzolaro di sempre

23:30 – Nichi strizza l’occhio a Grillo: “Non è il mio tipo, ma una botta non la si nega a nessuno”

23:33 – Berlusconi interverrà solo domattina alle 8:30 in diretta da Belpietro. Ad Arcore è partito ufficialmente il trenino delle libertà (per l’occasione è stato rispolverato il nuovo Lele Mora 2.0)

23:40 – Bersani (29.60%) vede Berlusconi dagli specchietti (29.11%). Meno di mezzo punto tra i due. Brividi

23:50 – Trentesimo minuto di supercazzola-Vendola. Un giornalista si adegua: “Sbiliguda di pistolati con Bersani?”

23:55 – Renzi stappa la quinta bottiglia di Moet Chandon. A Palazzo Vecchio è partito il classicissimo: “Chi non salta è Bersani eh, eh!”

23:57 – In Piemonte vince Bersani. Sempre più ressa al Senato

00:05 – Grillo è il primo partito alla Camera (25.5%). Casaleggio festeggia con il decimo shampoo di giornata

00:15 – Giannino, in serata sbeffeggiato da Striscia, si prende la sua rivincita. “Noi determinanti per la sconfitta di Berlusconi. Io vero vincitore delle elezioni”

00:20 – Meno di 150.000 voti di scarto tra Bersani e Berlusconi. Il Cavaliere lancia un Opa su Berna (Svizzera)

00:29 – Ancora silenzi al quartier generale Pd. Rosy Bindi e Finocchiaro si propongono per svecchiare il partito

00:35 – Alfano si appella al “to close to call” visto lo scarto esiguo alla Camera. Il responso è in mano alla Corte di Cassazione. Pdl a gamba tesa. Inevitabili polemiche e tempi dilatati

00:45 – Il Molise a Bersani.

01:07 – CAMERA: E’ matematico il successo del centrosinistra (29.55%) sul centrodestra (29.18), ma il Pdl ha chiesto la riconta. Grillo primo partito (25.54%). Monti al 10.5%

01:10 – Il Viminale continuerà a fornire dati ufficiali fino alla situazione definitiva. Risposta non troppo indiretta della Cancellieri ad Alfano

01:40 – Dati consolidati anche al Senato: CS 121 seggi, CD 117, 5 stelle 108, Monti 45. Palazzo Madama ingestibile.

2:00 – Definitivi

Camera: CS 29.54% (340 seggi), CD 29.13 (124 seggi), 5 stelle  25.55 (primo partito, 108 seggi), Monti 10.54 (45 seggi) 

SenatoCS 31.60% (Pd primo partito 27.43%, coalizione 113 seggi), CD 30.66 (116 seggi), 5 stelle  23.79 (54 seggi), Monti 9.13 (18 seggi)

Le elezioni più concitate della storia consegnano un Paese ingestibile. Grillo stravince, ma non vuole alleati. Berlusconi completa la rimonta. Monti (con Casini) è un bluff. Ma è di Bersani la vera debacle, per la gioia di un Renzi gongolante. Nulli Giannino e Ingroia, e Fini è cacciato dalla “sua” Camera. Gli scenari sono da 1×2. Alfano allunga il brodo col sub-judice, Vendola chiama l’accordo con Grillo, mentre il governissimo pare pura utopia. Ad oggi i bookmakers scommettono su un esecutivo lampo che traghetti una decente legge elettorale, poi nuove urne. Che rimpolperebbero ancor di più la banda Grillo. A meno di una poco probabile consacrazione del Matteo nazionale. A Nonno Napolitano l’ennesimo giaguaro da pelare.




About mlon13

You must be logged in to post a comment Login