Ci siamo. Ci sono. La flotta dei cardinali porporati è già tracimante nel catino di San Pietro, per quella che è senza dubbio alcuno la Champions League del mondo cristiano. La finale mondiale a reti unificate del cattolicesimo 2.0.
115 elettori cardinalizi, ed una maggioranza che si ottiene coi due terzi. Il mistico soglio petrino si raggiunge a quota 77, attraverso un unico scrutinio di oggi pomeriggio, ed eventuali quattro di domani e due di giovedì mattina. Il comignolo è pronto, il fumo pure. Bisogna solo attendere che si accenda, e che nessuno si bruci.
Conclave: IL LIBRETTO
La prassi da luogo comune recita che ci entra da Papa, esce da cardinale. Noi ci limitiamo a dire che chi uscirà vincente dovrà cambiare completamente registro e pelle, perchè il mondo reale non puo’ e non deve più aspettare i protocolli ingessatissimi del medioevo curiale.

>>> Segui la diretta Papa-mlòn da San Pietro in Rome:

ore 11:10 – emiciclo dei Cardinali riunioto dalle 10. In San Pietro si avverte l’incenso delle grandi occasioni
11:15 – comincia la “Missa pro Eligendo Romano Pontefice”. In pratica, a’ messa pe elegge er Papa
11:18 – Il mitico cardinal-decano Angelo Sodano fa il solito discorso di rito per aprire le danze. In sala già i primi sbadigli coadiuvati dalla mitria (il cappellone bianco) che affonda il capo de cardinali  
 11:20 – Sodano ringrazia platealmente il papa emerito Ratzinger, al quale rinnova la gratitudine per il luminoso pontificato. Un po’ come dire: morto un papa, se ne fa un altro
 11:25 – Ancora Sodano (già affaticato): “Presto un papa dal cuore generoso”. Alcuni dei prelati si toccano il petto a destra
11:35 – Standing ovation per i cardinali americani. Che rispondono accennando i passi del gangnam style
11:45 – intorno alle 20 la prima fumata. Sul comignolo fa la sua comparsa sua Emminenza Cilum
11:55 – il comignolo è pronto. Posizionati gli ultimi dissuasori per scoraggiare i piccioni più curiosi
12:10 – Pausa pranzo. Il Conclave si ritira nella sacra mensa vaticana. Menu del giorno: ostriche alla San Matteo, caciocavallo podolico, e vino della casa
15:30 – Finito il pranzo papale. Voci di corridoi vaticani mormorano che i cardinali si siano giocati l’ultima fetta di caciocavallo a sudoku
15:40 – Primi bet-papali: a sorpresa il ghanese Turkson (65) è quotato tra 3 e 7.
15:50 – Alle 16,30 l’ingresso della flotta cardinalizia in Cappella Sistina. Scola, Dolan, Scherer e Turkson partono coi favori del pronostico
16:00 – cresce l’attesa per la prima fumata (prevista verso le ore 20). Nel frattempo i cardinali si consolano con le loro dosi personali di incenso
16:25 – Primi commenti politici sul Conclave. Grillo: “Meglio che raggiungano Pietro oggi stesso. La Chiesa è morta”. Bersani: “Oh ragassi, siammica qui a tener su il braciere del turibolo per una settimana eh?!”  Berlusconi: “Causa uveite non sarò presente. Ma ho raccomandato al collega Pietro l’ottimo Angelo Scola”. Oscar Giannino: “Ricordo il mio primo Conclave. Correva il 1922, e fui battuto all’ultima fumata dal grande Pio XI”.
16:35 – Ingresso dei cardinali in Cappella Sistina. Il grande cerimoniere sarà Mons. Marini, che dovrà indurre gli estranei ad uscire dalla Cappella
 16:39 – I posti sono ordinati e contrassegnati da un biglietto con nome e cognome sul tavolo. I tavoli sono disposti in 4 file. Già disposto il microfono per l’Extra Omnes (il famigerato “fuori tutti!”) che farà uscire i cardinali non-elettori
16:40 – Tutti i cardinali sono entrati. Prossimo passo: il giuramento dei cardinali elettori con la mano destra posta sul vagelo. Il voto avverrà con penna biro di colore blè
16:44 – Twitter elegge Timothy Dolan. Che si starà già toccando il sottoveste
16:46 – I cardinali voteranno con un foglietto rettangolare con su scritto “Eligo a sum pontefice“. Scrivendo il loro candidato
16:48 – I cardinali sono ora fermi, dopo aver finito di recitare le litanie. Adesso l’invocazione allo Spirito Santo
16:50 – Tra i porporati spicca il barbuto O’Malley, cappuccino nostro favorito
16:55 – Ecco il giuramento. In latino nel classico liturgico supercazzolaro
16:56 – E’ il Cardinale Battista Re a leggere il pistolotto di giuramento
17:01 – La prima votazione sarà intorno alle 19,15. Dolan si sbilancia: “Il nuovo papa sarà eletto giovedì”. Se fosse così, le sue probabilità aumenterebbero di brutto
17:15 – Gli exit-papa danno possibilità remote ad una fumata bianca odierna
17:20 – Il comignolo (30 metri di rame e acciaio) per tutto il pomeriggio è stato testato ad oppio
17:30 – Pare vi sia una strategia comune tra i cardinali per allungare le fumate a giovedì.  Promotore è Peter Turkson, ex fumatore e rocker incallito
17:35 – I bookmakers danno Scola nettamente favorito, seguito da Trkson e Tarcisio Bertone. Il nome più scommesso è Pietro, poi Pio, Giovanni Paolo, Giovanni e Benedetto
19:20 – Giuramento cardinalizio terminato. Ora si fa sul serio, e si vota. Tra poco più di mezzora la fatidica fumata
19:25 – Davanti a San Pietro la folla delle grandi occasioni. Allestiti maxischermo e papamobile
19:28 – Il comignolo diventa il grande protagonista del Globo
19:33 – Nel pomeriggio la protesta Femen, a seno nudo e con fumogeni rossi. Volevano proporre una variante alle classiche fumate
19:41 – FUMATA NERA!
19:42 – Comignolo intriso di fumo nerissimo. Responso inequivocabile. Come da previsione, al primo scrutinio nessuna maggioranza dei due terzi
19:45 – Domattina il prossimo scrutinio, e verso le ore 13 la seconda fumata. I cardinali elettori tornano nelle loro stanze per meditare, non prima di della seconda grande abbuffata nella mensa vaticana
19:50 – San Pietro si svuota in un lampo, e cala il sipario sulla prima giornata targata Conclave. Domattina alle 10 potrebbe esserci già una prima fumata (solo se bianca). Salgono le quotazioni dei due americani (Dolan e O’Malley), e il nostro Scola resta comunque tra i papabili favoriti