GIGLI GIUSTIFICA KABOBO (e tre morti…)

By on 14 maggio 2013

“Una reazione sicuramente psichiatrica , di un giovane immigrato di anni 21 probabilmente sballottato dalla vita, dalla durezza della vita sulle nostre coste. Quella persona (il picconatore, ndr) era a passeggio proprio per rispetto delle nostre leggi. Aveva infatti presentato domanda di ricorso contro il decreto di espulsione, ed era in attesa di decisione. Vorrei però sottolineare una cosa: come questa persona rappresenti uno dei tanti punti di fragilità estrema di questo nostro  sistema. Perchè trovarsi per le necessità della vita a ventuno anni in un Paese del quale forse a mala pena si conosce la lingua, in una condizione di disoccupazione, in una condizione anche probabilmente di disperazione, credo che possa far uscire di testa chiunque, e non possa in alcun modo essere utilizzato per una polemica politica di profilo molto basso.

Onorevole (?) Gian Luigi Gigli (Scelta  Civica per l’italia)

Forse, in questa vicenda, l’unico ad esser davvero uscito di testa è proprio il montiano Gigli. E la sola reazione psichiatrica – assai celere e coatta – dovrebbe avvenire proprio nei suoi confronti.




About mlon13

One Comment

  1. mauro

    14 maggio 2013 at 22:08

    direi che l’intervento dell’onorevole si commenta da solo. in negativo. cieca difesa di una persona e di istituzioni indifendibili.

You must be logged in to post a comment Login