L’intervista al candidato Bracconeri

By on 17 maggio 2014

Come va con la campagna elettorale Fabrizio?
Si combatte, si lotta.  Ma questi sò na massa de zozzoni….
Siamo sempre in alto mare. Era una cosa che non avevo mai fatto, non pensavo fosse così dura, difficile e combattuta. Devi guadarti da tutte le parti, da tutti, da tutti, da tutti..
Nel senso che hai incontrato molti ostacoli?
Io ho accettato questa candidatura per la grande stima (e ci tengo che lo sottolinei) che ho per Giorgia Meloni e Guido Crosetto, che – fidati – sono davvero due grandissime persone per bene. Il resto neanche voglio sapere chi sono. Perchè se comincio a guardare chi c’è intorno al partito, dico basta, non mi sarei neppure presentato. Però per la grande stima che ho per la Meloni e Crosetto, ti giuro è per loro che vado fino alla fine, e per loro due andrei fino alla morte. Poi, ovviamente, come in tutti i partiti, ci sono persone diverse, e altre idee e mentalità, che io non condivido. Io condivido le idee di Giorgia Meloni e Guido Crosetto. Punto. Questa è la verità.
Sei comunque in buone mani, perchè loro rappresentano la struttura di FDI no?
Non esattamente. La struttura è rappresentata soprattutto da La Russa ed Alemanno, con cui io non ho assolutamente rapporti, a differenza di Meloni e Crosetto. Di questi non posso darti alcun giudizio, ne’ positivo ne’ negativo. Non li conosco proprio.
La Russa ed Alemanno sono, a differenza della Meloni, sono la vecchia politica…
Cosa che io non amo. E’ per questo che amo la Meloni, perchè non è un politicante antico, rappresenta la nuova politica. E’ una che dice le cose che pensa e le porta sempre avanti, con dignità, onore ed orgoglio. E finora l’unico errore che ha commesso è stato quello di mettersi col Pdl, ma si è ritirata subito, lasciando la sedia e rimettendosi in pista facendosi rieleggere dal popolo. Così come Crosetto, che non è riuscito a farsi eleggere, ma ha lasciato la carica di sottosegretario. Subito. Loro due – unici al mondo – hanno rinunciato al potere, mentre i politici d’oggi tradiscono pur di mantenere la poltrona e il potere…
Anche Silvio Berlusconi ormai appartiene alla vecchia politica. Tu hai affermato che Santi Licheri lo avrebbe assolto. In che senso?
Non ho detto assolto. Non lo avrebbe condannato in questa maniera, così pesantemente. Berlusconi ha certamente fatto degli errori, ma questa vicenda è sicuramente stata strumentalizzata. Dal punto di vista politico Berlusconi è assolutamente sorpassato, ed io nelle sue idee non mi ci rispecchio più. Apprezzo le sue idee di fede, di Stato, di famiglia, di cattolicesimo, e di libertà, ma il resto siamo abbastanza distanti.
Quanto è importante per te la fede?
Importantissima. Qui ci si dimentica sempre che se mettessimo la fede e la cristianità davanti a tutto, le cose funzionerebbero molto meglio. Ora non si pensa più al prossimo, ma solo a se’ stessi. E la Sinistra è la maggiore imposizione all’ateismo, che porta la gente a non pensare agli altri. Se non c’è la fede cristiana, cioè aiutare il prossimo, non ci può esistere neppure la politica. Io mi sono candidato – te lo giuro sui miei figli – perchè voglio aiutare le famiglie con disabili, che stanno alla fame. Ahò, stanno alla frutta! Anzi – ma magari – stanno al conto!
C’è gente che non può manco mangiare perchè deve curare un disabile, un nonno, una mamma anziana, perchè devono campare con mille euro al mese, e la badante te ne costa altri mille… Ma come cazzo si fa ad andare avanti così! Non esiste!
Anche Renzi, però, vuol aiutare le famiglie con il bonus degli 80 euro, non credi?
Ma questa degli 80 euro è una zozzata clamorosa! Questo è un voto di scambio puro. Perchè li da a chi ne guadagna 1500, mentre a chi ne prende solo 440 con la pensione minima non gli dai un cazzo. E’ uno zozzone! Bastava semplicemente dire “Quanto guadagna un operaio al mese?”, l’operaio prende 1000 euro, l’azienda ne dà altri 1000 allo Stato, facciamo una cosa, per un anno, invece di pagar mille euro di tasse per l’operaio, l’azienda ne paga solo 800. Cento li lasci all’operaio, e altri cento li fai recuperare alle imprese. Semplice, e lineare. Soprattutto oggigiorno dove la circolazione di denaro è ferma. E se il denaro non circola rimane solo una cosa: la fame!
Quindi che operazione è quella del Governo?
Una mera operazione elettorale per le Europee. Per dire alla gente che loro sono forti…
Il tuo motto è “A casa gli zozzoni”. Ma in mezzo agli zozzoni c’è anche Beppe Grillo?
Grillo è quello che ha fatto scoppiare il bubbone. E’ chiaro che tu non puoi solo sparare, non raccogliere i feriti, e dire adesso ricominciamo. Stai distruggendo, sei contro il sistema, sei contro tutto, ma la proposta qual è? “Dopo le elezioni la vedremo”. Ma che cazzo stai a dì?! S’è mai visto uno che dice “damme er voto e poi vedemo che famo”. Ma dimmelo prima quello che famo…
Ormai la gente è esasperata, questi politici sono riusciti ad esasperare tutti, togliendo pure la democrazia. Sai qual è punto di forza di questi politici? 
Qual è?
 – Stai attento bene a quello che ti dico –  Il punto di forza dei partiti politici è non portare la gente a votare. Votano solo quelli del partito. Il 50% della gente che non vota, degli astenuti, loro se lo prendono come se questi avessero votato per loro. Questo è il concetto.
Cioè i partiti tifano per l’astensionismo?
I partiti vogliono solo il voto dai loro amici. Che poi gli danno le sovvenzioni, rubando i soldi a noi, e ridandoli poi a loro, ai partiti.  E’ tutto un voto di scambio.
Tornando a Grillo, non esiste dunque una vera proposta del M5S?
Non c’è nessuna proposta. L’unica è quella di sfasciare tutto. Loro vogliono arrivare al 32%, che poi porterà tutti al ballottaggio.
E poi che succede?
Forza Italia si mette col Pd, e siamo di nuovo da capo…
Riguardo invece alle forze politiche che potrebbero essere, almeno in Europa, alleate con Fdi, c’è la Lega di Salvini.
Salvini ha una sua idea politica, che condivido. Uscire dall’Euro e la sovranità monetaria dell’Italia. Che è una cosa che io sostengo fortemente. Perchè se tu sei proprietario della tua azienda (L’Italia, ndr) puoi e devi fare quello che vuoi. Come hanno fatto gli americani, che misero 4000 miliardi di dollari sul mercato, e fecero ripartire l’economia. La moneta deve girare, ci deve essere circolazione di danaro. Mentre qui in Italia la Banca non ti da’ una lira, manco se t’ammazzi! Perchè siamo tutti o protestati o segnalati.. Ti faccio un esempio. Io sono un fornitore, e faccio pagare il mio cliente con rid bancario. Se questo cliente non paga, sono io impresa che divento “cattivo pagatore” per la banca. Vengo segnalato perchè ho portato un cliente inaffidabile, e non mi danno più prestiti ne’ fidi. E divento inaffidabile pure io. Questo è il sistema. Un sistema economico che ci sta portando al massacro!
L’hai poi chiamato Matteo Salvini?
Gli ho mandato un tweet, ma lui non m’ha risposto. Poi, diciamo la verità, non siamo lo stesso partito, io non potrei mai votare Lega Nord. Io sono romano, cioè capisci… Io sono per un’Italia unica ed indivisibile. Cioè uno domani non si può svegliare e dire “Io voglio pijà er Veneto” piuttosto che la Sardegna o la Sicilia, e poi prendere i fucili e andare a far la guerra a tutti. Io se vado a Lampedusa sto in Italia. Se vado ad Aosta sto in Italia. Se vado a Trieste sto in Italia. E voi (rivolto agli stranieri) qui da noi siete nostri ospiti. E vi dovete comportare come si deve comportare una persona che sta in un Paese che li ospita. Non puoi venì a rompe il cazzo, perchè senò io te prendo a calci in culo! Se tu rispetti le regole sei ben accetto, se tu mi rompi i coglioni ti caccio via…
E come gestiresti la questione clandestini?
Io costruirei tutti i centri di accoglienza al confine coi Paesi limitrofi, Svizzera, Francia, Austria… Lì al confine! Chiudo i campi dal lato italiano, così possono scappare solo all’estero… E vedrai come diventa un problema pure loro, un problema non solo italiano, ma europeo. 
Perchè quando i clandestini sbarcano in Sicilia, i soldi per accoglierli li mette l’Italia, mica l’Europa. I soldi sono sempre i nostri.
Quindi i polli siamo sempre noi…
Certo. E’ necessario che ci facciamo rispettare in Europa. E fargli capire che se il problema dei clandestini che sbarcano in Italia non diventa un problema comunitario allora saremo costretti a mandarli tutti fuori dai nostri confini. Perchè Noi siamo utili all’Europa, mentre l’Europa non è utile all’Italia, credimi (con voce ferma e determinatissima).
Noi italiani, noi romani abbiamo costruito l’Europa.. L’impero romano è arrivato fino alla Prussia, è arrivato dappertutto…
E quindi?
Se in Europa vogliono le arance le devono comprar da noi, se vogliono le angurie le dovono comprà da noi, se vogliono andare al mare devono venir da noi. Solo cultura e storia solo l’Italia gliele può offrire. Dobbiamo fare in modo di attrarre le persone in Italia, mentre oggi stiamo facendo di tutto per mandarli via… Questo è il risultato teorico e pratico della politica di oggi. Perchè ai politici interessa solo una cosa: l’economia finanziaria, punto. 
Tutto è iniziato col Governo Monti?
Monti?! Non me parlare… Sono quattro anni che non abbiamo un governo eletto. Tre governi, Monti, Letta e sto scemo di Renzi… Questo è un pazzo, questo è un furioso. Poverino, lui ce la mette tutta per fa’ vede’ che fa qualcosa, ma sta facendo solo danni. Anche la gente che stava con lui adesso lo maledice: “Ma che stai a fa’?”. Parla parla, dice dice, per convincere la gente, con cose che non si possono fare. Oggi l’unica cosa da fare è mettere i paletti alla Germania. Perchè dobbiamo e vogliamo uscire da questa strozzatura. Facciamo l’Euro-italico, che vale come il dollaro! Torniamo alla ripresa in due anni. Noi dieci anni fa eravamo la quinta potenza al mondo, ora siamo come il Burundi…
Mettiamo, 26 maggio Fabrizio Bracconeri eletto a Strasburgo. Su quali punti inizi a battere i pugni?
Io non batto i pugni. Io parlo, e mi faccio capire. Se non mi capisci, agisco. Perchè io posso parlà na volta, du volte, ma la terza volta bisogna agire. In primis investo 100.000 euro per ogni dieci km di confine, faccio 50 baracche per assistere i clandestini che sbarcano, e te li porto tutti là. Così capiscono che non sono solo un problema italiano. Seconda cosa, noi vi possono essere Stati con l’Iva al 15% e altri come noi al 22%. Come può funzionare una moneta unica così, con delle aliquote diverse per tutti? 
Quindi unificheresti il regime fiscale?
Ovvio. Come il costo della manodopera, uguale in ogni Stato. Così come il contributo fiscale che pagano le imprese, lo stesso per tutti i Paesi. Non può essere che in Italia abbiamo il 50% di tassazione, e in Germania il 32…Come fa a funzionare così un’economia comunitaria? Che ma ce vò? Ci vuole un economista da bar che ce lo dica, che cazzo ce vò? Ci vuole uno che ragiona, ci vuole buon senso. Per fare bene le cose ci vuole il buon senso. 
Quindi dobbiamo ritrattare anche il fiscal compact?
Ti chiedo io una cosa: chi ha firmato tutti gli accordi in questi anni compreso il fiscal compact? Chi?
Dimmelo tu…
Gli stessi che ci hanno portato alla rovina, e che ora li abbiamo ricandidati. Ma come cazzo si fa?! 
Compreso Berlusconi…
Compreso Berlusconi che ancora sta nel PPE..  Shultz e la Mekel ci metteranno con le spalle al muro. In Germania c’hanno la disoccupazione al 2%, lavorano tutti. E’ una roba impressionante. C’hanno il maggior numero di esportazioni che hanno mai avuto nella storia. C’hanno il Pil al massimo storico. Con chi dovrebbero trattare questi? Loro non trattano con nessuno, stanno bene così. Mentre noi stamo con le pezze ar culo…
Oggi i termini sono questi. Quindi devi andare in Europa con i modi da rozzo. Perchè se tu ci vai col fioretto in mano continueranno a massacrarci…
Quindi sarebbe ora, oltre che dal lato sportivo, di iniziare a “massacrar” la Germania anche a livello politico ed economico?
Noi dobbiamo massacrarli con l’intelligenza. Leggendo e capendo quello che ci stanno proponendo. Noi non abbiamo ancora capito quello che ci stavano proponendo. E l’abbiamo firmato, pensando che saremmo stati tutti ricchi e felici con l’Euro. E invece ci hanno massacrato.
E allora che dobbiamo fare?
Peggio di così non può andare. Quindi usciamo dall’Euro, andiamo tutti in default, ripartiamo con la nostra moneta, e tra tre anni siamo di nuovo i primi in Europa. 
Dunque basta moneta unica?
Io uscirei proprio dall’Europa. Io non mi riconosco assolutamente in quest’Europa, io non mi sento un’europeo. Questa è una Germania allargata. Del quarto Reich.. Io con questi tedeschi non c’ho da spartir nulla, e manco con francesi e spagnoli. Ma tu quando vai in Francia ti senti a casa tua?
Ti dimostra il fatto che gli Stati Uniti d’America al mondiale si presentano tutti uniti, con un’unica squadra. Non ci sono Nevada, California, Ohio e altri Stati tutti separati. E anche noi, se esistesse una vera Europa, dovremmo presentarci con un’unica squadra. Questa è la dimostrazione del fatto che a noi dell’Europa non ce ne frega un cazzo… Perchè l’Europa così com’è non esiste, non ha senso.
Se tu vai a comprar la macchina in America, a New York o Los Angeles ti costa uguale. Se invece vai a comprarla in Germania, Francia o Austria, la stessa macchina presa Italia ti costa diversamente. Non può funzionare così! 
Anche perchè una vera Europa deve avere una vera Banca. Invece…  
Invece l’unica Banca che c’è in Europa è la BCE, che è di un privato. Può esistere una Banca centrale privata che fa gli interessi degli Stati?! Ma ci può essere un amministratore di condominio che fa’ gli interessi di una famiglia sola?! Se fai gli interessi di un solo condomino non sei un amministratore, sei un fijo de na mignotta…
Quindi, uscire dall’Euro, e poi dall’Europa?
Imprescindibile è uscire dall’Euro. Poi, ti dirò, fosse per me rivedrei pure i trattati di Schengen. Io vedo il campionato italiano e ci sono squadre che non hanno neppure un giocatore italiano. A me questa è una cosa che da’ fastidio. E mi da’ fastidio pure una Nazionale italiana con gli oriundi. Io sono italiano. Punto. Io voglio l’Italia. Poi, se viene uno da fuori che che si comporta come un italiano, lo accetto. Può essere giallo, nero, verde, turchese. Se rispetti le regole e la cultura che abbiamo in Italia, sei italiano. Come Balotelli, io lo ammiro, perchè lui si sente italiano. Lui una volta ha detto: “Io son nato a Palermo, fate come cazzo ve pare”. E invece non apprezzavo per niente Camoranesi, che non cantava l’inno perchè diceva che era argentino. Ma io ti do’ un calcio nelle palle e te rimando a gioca’ in Argentina, a scemo…
Tonando ai clandestini, cosa ne pensi della Boldrini che vuole accogliere tutti indistintamente? 
Certo. Quando tu hai la scorte per te e tua figlia, l’aereo privato per il tuo compagno, non fai la spesa perchè ci vanno gli altri, e non te ne frega nulla di quanto spendi in macelleria, è facile parlare e dire di accogliere tutti. Ma se invece sei costretta ad andare al mercato e comprare tre fette di mortadella o due fettine di pane, vedrai che poi ci pensi… 
E’ la qualità di vita che fa la differenza. Se stessimo tutti bene potremmo aprire le porte a tutti. Siccome oggi noi stiamo peggio di quelli che vengono, con pensioni da 400 euro al mese, con gente che non riesce neppure a far la ricarica del telefono, come possiamo accoglierli?
In questi giorni si parla del rischio del ritorno di vecchie epidemie debellate, come l’ebola. Tu che dici?
Chi li controlla i clandestini? L’ebola è nata in Africa, non dimentichiamocelo. L’Africa è anche questo. Poi, non ho nulla contro gli africani, anche se disapprovo certi loro modi di vita. Due anni fa sono stato in Tunisia, ma non ci andrei più, perchè vivere come vivono loro per me non è un modo vivere. Ad esempio, io non riesco a mangiare in quindici in un solo piatto… Però io rispettavo assolutamente le loro regole, come il Ramadan. Invece, loro vengono qui, e vogliono subito comandare e imporre i loro usi e loro tradizioni. Ahò, ma che stai a dì?! Come nelle scuole, ci tolgono il crocifisso, non ci fanno mettere il presepe, non ci fanno festeggiare il Natale… Ma che cazzo state a dì?! 
Noi con questo sistema di Sinistra stiamo perdendo la nostra dignità di popolo. Credimi.
Concretamente allora, come facciamo a controllare l’immigrazione illegale?
Allora. Diciamo che questi partono da un porto libico. Appena li vediamo che escono col barcone, noi dobbiamo andare a prenderli e a fermarli là. Altrimenti diventa troppo tardi.
Poi scusa, perchè non ci va Cipro, la Grecia, oppure Malta? Perchè loro stanno già male a casa loro. Perchè mai ci dovrebbero andare? In Italia, invece, con questi politici come la Boldrini, Renzi, Letta e pure Alfano, li accogliamo e ce li accolliamo tutti qui…
Noi fino a dieci anni fa eravamo invasi da rumeni, polacchi, bulgari, ma all’epoca potevamo sostenerli. Facevano le badanti piuttosto che le colf. Oggi invece tutte le donne che vanno a lavorare e a far le pulizie a casa sono italiane, non ce n’è più di bulgare e rumene! Sono italiane che vengono a lavorare anche per 5 euro l’ora. 
In pratica dobbiamo fare in modo che non partano…
Certo. Guarda ti dico una cosa. Io c’ho una casa in Sicilia, nel comune di Erice. Lì vicino, a Ummari, c’è un centro di accoglienza, dove la sera vengono distribuiti lenzuola e viveri. E sai che succede? Che se gli danno da mangiare salame, prosciutto e carne, o anche pasta col ragù, questi buttano via tutto perchè sono musulmani, e non possono mangiarla. Ma che cazzo volete ahò?! E queste cose la gente non le sa perchè non le dicono. Perchè in Italia fa comodo e conviene avere questo casino. Per questi quattro politici zozzi che devono mantenere sedia e privilegi. Con 40.000 euro di pensione a non fare un cazzo…
Quando Giorgia Meloni voleva abbattere le pensioni d’oro, non ha firmato nessuno di questi zozzoni! 
E di Alfano che dice di voler usare il pugno duro coi clandestini che ne pensi?
Allora. Questo governo è composto: da un bugiardo come mai al mondo ne ho visto uno (Renzi, ndr), che ha dichiarato tutto e poi ha fatto l’esatto contrario  – “Non andrò mai a fa’ er presidente del Consiglio, Enrico stai sereno, se non sarò eletto non adrò a Palazzo Chigi” – e da un traditore, Alfano, che si è approfittato di un momento di debolezza di Berlusconi per non lasciare poltrona e potere. Ecco chi è Alfano.
Ora però ha dichiarato di voler essere inflessibile sugli sbarchi di immigrati…
Intanto ha levato il reato di clandestinità. Poi scusa, dove devono stare i delinquenti? In galera. E loro che hanno fatto? Lo svuota carceri… Le persone che scappano dall’Africa, dal Nord Africa secondo te sono persone per bene? No, non delinquenti. E il Governo che fa? Toglie il reato di clandestinità, liberando delinquenti e facendo venire altri delinquenti. Questo è uno Stato delinquente.
Quindi Alfano non cambierà nulla?
Alfano non cambierà niente. Alfano deve cambiare la testa. Deve dire: “Ho fatto una cazzata, scusate, chiedo scusa a Berlusconi”. Perchè questo Governo illegittimo deve cadere. 
Facciamo un passo avanti. Fabrizio Bracconeri eletto al Parlamento Europeo. Oltre a disabili e lotta all’Euro, su quali altri fronti ti batterai? 
Istituirei subito un fondo per aiutare tutti coloro che sono “soppressati”. Non oppressi, ma soppressati da Equitalia. Che ti manda delle cartelle esattoriali da 8 euro! E 15 solo di carta… Secondo te uno può andare a fare un ricorso per otto euro?! A sti grandissimi fiji de na mignotta?! No, nessuno lo farà mai…
Quindi la mia proposta è creare un fondo per tutte queste persone in maniera che possano prendere un credito per pagare i loro debiti, ad un tasso agevolato con le banche, ad una quota fissa mensile, e ovviamente solo nel momento in cui una persona lavora. Ma se sei in un momento in cui non fatturi e non lavori, io non te posso pagà! Ma che cazzo te do’ che non ce l’ho manco io! 
Dunque questo servirebbe anche ad aiutare imprese e ceto medio?
Certo. Sono le piccole industrie che fanno girare l’economia italiana. Allora, metti che un artigiano fa un piccolo lavoro per il suo Comune. E ovviamente il Comune lo deve pagare. Se questo povero artigiano non paga l’Inps agli operai perchè non ha ricevuto i soldi dal Comune, poi come potrà pagare queste tasse? Ma come cazzo può fare, spiegamelo? Scalameli questi soldi! Prenditi la macchina, la casa, ma mettimi nelle condizioni di pagare!
Tu l’aboliresti Equitalia?
Io l’abolirei, assolutamente. Perchè è servita solamente a questi quattro papponi di politici che si son mangiati l’Italia per raccimolare gli ultimi soldi per coprirsi le spalle. E perchè Equitalia sta letteralmente ammazzando la gente.
Ti sei sempre dichiarato un uomo del popolo, oltre che artista del mondo dello spettacolo. Perchè un elettore dovrebbe votare te piuttosto che un politico di professione?
Perchè il politico di professione ci ha distrutto. Mentre io ho subito il politico di professione. Come l’ha subito il popolo. Il buon politico dovrebbe essere colui che usa il buon senso, amministrando come un buon padre di famiglia. Un padre che va a giocare tutti giorni alle slot machine non è un buon padre di famiglia. Come i nostri politici, che hanno fatto l’abbuono alle slot machine. 90 miliardi di euro, te ne rendi conto?! Soldi rubati! Con cui si sarebbe potuto tranquillamente gestire con le banche l’accesso al credito, con cui far ripartire l’Italia.
Ho trovato geniale il tuo slogan elettorale dove dici “Io so’ dimagrito, ora tocca all’Europa”
No, quello non è mio, è una burla che gira in Rete, io non c’entro assolutamente nulla con questo slogan.
Spostandoci sull’attualità, sabato avrai certamente visto lo scempio dell’Olimpico, con Genny ‘a Carogna e il tifoso romanista che ha sparato. Che idea ti sei fatto?
Non chiamiamoli tifosi, perchè non sono tifosi. Questi non hanno squadra, questi sono solo delinquenti. Punto. Chi spara non è un tifoso, è un delinquente. 
Come risolveresti il problema della violenza degli stadi?
Io farei lo Stato. Se vai allo stadio e sbagli, poi devi pagare, subito, come fanno in Inghilterra. Lì’ c’è il giudice dentro lo stadio, per cui se compi atti da delinquente, ie individuano, ti processano e ti carcerano immediatamente. Punto.
Il fatto che in Italia non c’è la certezza ne’ del reato, ne’ della pena. Ma ti pare un Paese normale in cui Genny ‘a Carogna va allo stadio? Ahò ragà ma che cazzo stamo a dì?! Hanno fatto la tessera del tifoso, hanno fatto il Daspo, e questi fanno ancora come gli pare. Questo significa che lo Stato fa lo scarica barile e non vuole controllare, vuole demandare ad altri di controllare. Vuole che io tifoso che vado allo stadio a vedere la partita devo pure controllare quello che sta seduto di fianco a me. Ma a me che me ne frega?! Io voglio solo veder la partita.
Oggi Alfano ha dato il Daspo per 5 anni anni a la Carogna. Non ti pare un’ipocrisia a fini elettorali?
Certo che è una boutade elettorale. Io davo 5 anni di Daspo ad Alfano, e pure a Renzi, che fa il Presidente del Consiglio e va a fare il tifoso. Non puoi andare all’Olimpico, sapere che hanno sparato, vedere quello che è successo e startene lì per un’ora e mezza senza far nulla, li mortacci tua! Te ne devi annà, scandalizzato. Tutti a casa, e la partita non si gioca. 
Quindi comanda ‘a Carogna?
Non comanda nessuno. Lo Stato non c’è più, non esiste. La polizia non può reagire, e se reagisce viene pure condannata…
Io sono andato allo stadio migliaia di volte, in mezzo agli Ultrà della Roma. Al massimo si cantava “Juventini bastardi!” e loro rispondevano “Romanisti di merda!”, poi tutto finiva lì, e si tornava a casa. Invece oggi ti impediscono pure di cantare questi cori di sfottò, perchè li considerano offesa. Ma l’offesa vera non sono i cori, sono gli striscioni, come quello contro Superga, che ha infangato i morti. L’offesa è giocare una Coppa di Campioni con 19 morti sul campo. L’offesa è giocare la partita di Coppa Italia di domenica. Quella è la vera offesa. 
Se non facevi giocare la partita avresti avuto 20-30.000 persone che ti avrebbero sfasciato la città…
Il punto è anche che la cosa è stata gestita molto male dal Questore di Roma. Perchè non si sarebbe dovuti arrivare a quel punto. Bisognava gestire due entrate per ciascuna tifoseria, una per i tifosi del Napoli, l’altra per quelli della Fiorentina. In due momenti differenti. Così come il deflusso di uscita. Una curva si faceva uscire mezzora prima, l’altra mezzo dopo. Semplice. Invece domenica è stata gestita malissimo. Bastava il buon senso…
Fabrizio, vorrei chiudere nel ricordo di quello che per me è stato un idolo giovanile, scomparso da poco. Angelo Bernabucci. Tu lo conoscevi bene vero? 
L’ho conosciuto da ragazzino, a tredici anni, nella mitica officina di mio zio, dove ho iniziato a lavorare, e poi a intraprendere la carriera di attore. Lui era un cliente di mio zio, era un libraio, un rappresentante di libri. Angelo era soprannominato “Dentino”, per la prominenza dei due denti centrali. Era un grande. Solare, sempre allegro e davvero simpaticissimo. Poi pensa che non si è mai voluto sposare… 
Non ho voluto speculare sulla sua morte, neanche su Twitter, perchè, avendo fatto un film insieme a lui (Fratelli d’Italia, ndr) poteva sembrare che volessi approfittarmene per farmi pubblicità elettorale. E non mi piaceva. Perchè io sono una persona leale e pulita.
Ma sei stato tu quindi a lanciarlo?
No, noooo.. Magari. Io non ho mai lanciato nessuno. E’ stato Verdone, che frequentava anche lui l’officina di mio zio. Manco me stesso mi son lanciato… M’ha lanciato Verdone pure a me. Anche se comunque io c’ho messo del mio, avendo iniziato ad appena 18 anni. E dopo 32 anni sono ancora qui… Il punto è che, nel mondo dello spettacolo come nella vita, se prendi l’autobus e ti comporti bene, arrivi al capolinea. Altrimenti, se ti comporti male, scendi alla fermata prima… 
Qual è il tuo film  che ricordi con più affetto?
Certamente il primo, “Acqua e Sapone”. Un’emozione incredibile, e poi lavorare e recitare con Verdone, che per me era e rimane un’assoluta icona del cinema italiano. Carlo era un grande, mi ha dato fiducia da subito. E poi, se ancora oggi sto qua, vuol dire che qualche cosa, bene o male, bella o brutta, nel cinema e nella televisione italiana, ho fatto pure io…
Prima di salutarti, dimmi una cosa, sincero. Ce la farai?
Ehhmmm… Se ci fossero meno paletti da scavalcare, meno ostacoli da superare, anche da chi è nella mia stessa zona, nel mio stesso collegio, ti direi di sicuramente di sì. Il fatto che in tanti hanno paura della mia candidatura perchè io sono schietto e sincero, e dico le cose come stanno, senza tanti fronzoli e giri di parole. Mentre c’è gente che ha sempre fatto questo (il politico, ndr) di lavoro. Questi hanno sempre mangiato in questo mondo, e se dovessero non essere rieletti e andarsene a casa, dimmi tu che cazzo vanno a fa’?!  Si troverebbero a 45-50 anni senza sapere più che fare… Abbiamo creato nuovi esodati. E’ questo che stanno cercando di evitare, perchè hanno paura…
 

Rivedi tutti i video-intervista sul nostro canale YouMlòn

La pagina FB che sostiene Fabrizio Bracconeri

About mlon13

One Comment

  1. eduardo

    18 gennaio 2015 at 15:28

    La Sig.ra CINZIA Milani la ha salvata della disonestà dei poveri africani assetati di denaro accordandomi un credito di
    45.000 euro su una durata di 5 anni affinché il mio sognati diventino realtà. Prego a tutti coloro che hanno potuto usufruire di questi servizi, di volere ritornare testimoniarne per permettere all’altra gente nella necessità, di potere trovare anche un ricorso affidabile. Vi lascio il suo indirizzo professionale: cinziamilani62@gmail.com